Politicanti a cinque stelle

Torno ad occuparmi dei parlamentari M5S che dopo aver fatto le loro belle vacanze ritornano oggi a stracciarci i cabasisi con i loro narcisismi in diretta streaming e la loro percezione della realtà da assemblea condominiale.   Allora, ci sono i soliti grillini duri e puri (i talebani, vi ricordate?) che minacciano espulsioni e pltoni di esecuzione composti da troll. Poi ci sono i presunti … Continua a leggere Politicanti a cinque stelle

Politica, informazione e sinistra. Il partito comunista è morto. La mafia no, ed è una questione politica

Facciamo una premessa. Il partito comunista non c’è più. Un’affermazione un po’ scontata, direte voi, ma non poi così tanto a ben guardare e vedremo in seguito perché. D’altra parte non è poi che ci sia chissà cosa a sinistra dopo (e oltre) il vecchio Pci. Il Pd è partito di centro con qualche schizofrenia progressista, Sel tuttora non ha una sua identità definita e non … Continua a leggere Politica, informazione e sinistra. Il partito comunista è morto. La mafia no, ed è una questione politica

Grillo attacca i giornalisti e “dimentica” i blog sotto attacco per legge. Comodo

La sparata quotidiana del leader sacerdote supremo del partito/setta a cinque stelle ha ovviamente oscurato questa notizia (che ci fa parecchio pensare sulla natura democratica dell’attuale maggioranza al governo). Anzi, il blogger santone più letto del paese non ha speso neanche una riga in difesa della libera (e non vessata) informazione informale (e anche formale). Per una semplice ed evidente ragione: a Grillo la sola … Continua a leggere Grillo attacca i giornalisti e “dimentica” i blog sotto attacco per legge. Comodo

Il caso Roma smaschera definitivamente Grillo. Per lui la base “non ha alcun valore”

“In merito ad alcune iniziative dei consiglieri comunali di Roma si ribadisce che: il MoVimento 5 Stelle non fa alleanze, né palesi né tantomeno mascherate, con alcun partito, ma vota le proposte presenti nel suo programma. L’unica base dati certificata coincidente con gli attivisti M5S e con potere deliberativo è quella nazionale che si è espressa durante le Parlamentarie e le Quirinalie e quindi il … Continua a leggere Il caso Roma smaschera definitivamente Grillo. Per lui la base “non ha alcun valore”

Grillo: invece di “pentitevi” avrebbe dovuto usare “convertitevi”. Più consono a un Papa che a un parrocco

Ormai il delirio ha raggiunto vette sublimi. Ogni giorno Grillo (e finalmente anche Casaleggio come vedremo in seguito) aggiunge nuove perle l suo già immenso repertorio di santone/leader del primo partito/setta della storia repubblicana. Ora paragona i giornalisti ai picciotti di Totò Riina. Rei di raccontare del M5S, di non fermarsi ai proclami del capo, di raccontare contraddizioni che sono davanti agli occhi di tutto, macroscopiche. … Continua a leggere Grillo: invece di “pentitevi” avrebbe dovuto usare “convertitevi”. Più consono a un Papa che a un parrocco

Le larghe disattese

Lo capirebbe anche un bambino. Berlusconi non ha alcuna intenzione di tenere in piedi il governo Letta per l’intera legislatura e neppure per quell’anno e mezzo necessario, secondo il premier e il presidente della Repubblica, per condurre in porto le riforme. Il cavaliere non ha la minima intenzione di permettere a questo esecutivo di raggiungere perfino un abbozzo di successo. La sua strategia è semplice. … Continua a leggere Le larghe disattese

La Gambaro non è Bucharin e Grillo non è Gheddafi anche se gli piacerebbe

La Gambaro non è Bucharin. Non me ne voglia la ormai in libera uscita senatrice M5S ma il livello non è certo lo stesso. Il metodo stalinista del processo tarocco a cui è stata sottoposta è identico. Anche se su un piano grottesco. Piccoli funzionari zelanti, commissari del popolo, guardiani interessati dell’ortodossia: si sono dati tutti molto da fare gli imitatori appannati dei guardiani della … Continua a leggere La Gambaro non è Bucharin e Grillo non è Gheddafi anche se gli piacerebbe