Un popolo piagnoni. Il desolante declino di un comico che si credeva un messia

Blog di Beppe Grillo - Quando uno vale niente

Cito il delirio del piccolo ducetto borioso e livoroso padrone di una setta/partito che con una truffa e un mare di balle (la democrazia diretta e uno vale uno) ha scippato 8 milioni di voti (che oggi a una velocità impressionante scappano via)

Ecco la conclusione dell’ultimo post del padrone che caccia dal movimento una senatrice del M5S, Adfele Gambaro, rea di aver criticato Grillo per gli insulti e le minacce degli ultimi mesi e per averlo invitato a riflettere visti i risultati elettorali sulla strategia di comunicazione.

La Senatrice Adele Gambaro ha rilasciato dichiarazioni false e lesive nei miei confronti, in particolare sulla mia valutazione del Parlamento, danneggiando oltre alla mia immagine, lo stesso MoVimento 5 Stelle. Per questo motivo la invito per coerenza a uscire al più presto dal M5S.

Già il formalese utilizzato indica il livello di incultura democratica del personaggio. Poi se uno va a vedere le dichiarazione della Gambaro (che fa riferimento a post e dichiarazioni pubbliche di Grillo) ci si rende conto che non solo non ci sono accuse false e lesive. LA GAMBARO HA ESPRESSO UNA SEMPLICE OPINIONE. Una cosa che Grillo non può tollerare. Un’opinione può esprimerla solo lui.

Questa è la democrazia diretta di Grillo. La democrazia “diretta da lui”.

Non faremo gli errori che abbiamo fatto in passato con Bossi e i suoi. Non pronunceremo mai più frasi come “è fatto così” oppure “è solo folklore” o “è un uomo di spettacolo, un comico” e ancora “è il suo linguaggio”. La forma è sostanza, ormai lo abbiamo capito perfettamente. Grillo se ne faccia una ragione. Di furbi che si autonominano salvatori della patria e usando media e popolarità si creano il loro partitino o partitone personale (o come nel suo caso il nuovo modello setta/partito) ne abbiamo avuto abbastanza. Noi italiani siamo duri a capire, ma sbatti e e sbatti ancora la testa contro un muro alla fine le cose le capiamo. Ci mettiamo tempo, ma poi due idee due sul potere e su come si tenti di conquistarlo e esercitarlo sulla pelle del paese ce le facciamo. Non ci caschiamo più. Il sonoro ceffone elargito dagli elettori al M5S è tutto lì. Noi italiani non ci caschiamo più.

Poi se Grillo – ormai attor comico visibilmente in declino visto che ormai si rivende solo battute trite e ritrite e molto spesso neanche sue o dei suoi autori – continua a propinare un’altalena patetica di tuoni e minacce e insulti  con il piagnisteo del nessuno “mi capisce, ci trattano male, ci ignorano, ci vogliono annientare, etc etc” non faremo l’errore di dargli ancora credito. Quando il narcisismo sfocia in onnipotenza e l’onnipotenza in autoritarismo si è autorizzati non solo alla critica feroce, ma anche al vaffanculo di ordinanza.  Questo  intristito Mosé sulle pendici del Sinai che piagnucula e si infuria e tuona e minaccia ormai ci fa solo tenerezza.

E con dispiacere constatiamo l’enorme spreco di energie e speranze.

***

Qui potete vedere il minuto che è costato il posto alla Gambaro

Annunci

One comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...