La situazione

Sopraffatto leggo il quotidiano stillicidio di dichiarazioni di Matteo Salvini, il continuare a violare prerogative e funzioni nel tentativo di trasformare il nostro Paese in una nazione isolata e feroce, smontare gli equilibri europei e l’architettura costituzionale della Repubblica, un totalitarismo social che non è populista ma destra estrema, eversiva, razzista e autoritaria. Un ministro che non riconosce la Costituzione su cui ha giurato, che … Continua a leggere La situazione

Che sinistra fare? La sinistra

Non siamo in mezzo a un guado. Siamo in pieno deserto. Oggi, dopo il risultato miserabile dei ballottaggi delle comunali, nessuno in questo Paese sinistrato (e senza sinistra) e segnato da un terremoto più etico che politico ha il coraggio di dire che bisogna azzerare tutto e ricominciare, fare un passo indietro e lasciare spazio a chi sui territori (non solo fisici) si sta battendo … Continua a leggere Che sinistra fare? La sinistra

L’occupazione

Una maggioranza che non c’era (e non c’è) si è impossessata del Paese. Due forze politiche che in campagna elettorale si erano schierate l’una contro l’altra (ma si muovevano da tempo parallelamente nel ricercare appoggi e sponde all’estero rivolgendosi in particolare al campione dei diritti umani Vladimir Putin) hanno costruito un oggetto che non può essere definito governo ma associazione spartitoria. Da un lato questa … Continua a leggere L’occupazione

Antonio Ingroia è un uomo libero

Da circa due mesi sto collaborando con Antonio Ingroia alla realizzazione del suo ultimo libro “Le Trattative” edito da Imprimatur editore. Ci siamo sentiti e confrontati praticamente tutti i giorni, e circa un mese fa, durante una telefonata, mi ha detto semplicemente: “da questa mattina non ho più la scorta”. Sospeso tutto, ogni tipo di protezione o di forma di tutela. Dopo 27 anni. Spesso … Continua a leggere Antonio Ingroia è un uomo libero

Il bacio di Salvini

Quello che stupisce non è che Matteo Salvini insista a minacciare Roberto Saviano di fargli togliere la scorta e sempre in corrispondenza alle critiche pubbliche dell’autore di Gomorra nei suoi confronti e le sue dichiarazioni. Ormai è più di un anno che periodicamente l’attuale ministro minaccia il provvedimento e oggi ne ha anche il potere o quantomeno la possibilità di influenzare chi decide l’assegnazione delle … Continua a leggere Il bacio di Salvini

Su Licchia e i pizzini che solo quelli erano

Frammento senza forma di questo tempo sbilenco, immagine sbieca che compare dove lo sguardo non arriva se non per errore. Vabbé Licchia, le cose vanno come vanno, non facciamoci domande più del dovuto. Il tempo ha lasciato spazio alla ferocia della gioventù invecchiata in fretta, non è il momento delle sigarette che ci si spartiva facendo raffreddare il motore di un Ronzinante meccanico, dove l’arte … Continua a leggere Su Licchia e i pizzini che solo quelli erano

Peppino e l’opposto perbenista

Quanto è facile ammazzare un uomo. Quanto sono invece difficili da ammazzare il suo segno, le sue idee, la sua memoria. È stato facile ammazzare 40 anni fa Peppino Impastato. Uscito da Radio Aut lo hanno intercettato lungo i pochi chilometri di strada che, “via mare”, porta da Terrasini a Cinisi dove lo aspettavano la madre e la cugina “americana” in visita. Lo hanno portato … Continua a leggere Peppino e l’opposto perbenista