Rileggendo Calderone e Buscetta, guardando a Cosa nostra di oggi

Ho riletto recentemente i due libri "testimonianza" sui pentiti Antonino Calderone (Uomini del disonore) e Tommaso Buscetta (Addio Cosa nostra) scritti da Pino Arlacchi nei primi anni novanta. Ammetto di non essere  un grande estimatori dell'Arlacchi politico e delle sue simpatie per certi ambienti giudiziari e di intelligence d'oltreoceano, ma il lavoro di sociologo e … Continua a leggere Rileggendo Calderone e Buscetta, guardando a Cosa nostra di oggi

Annunci

Il patto – da I SIciliani /giovani – febbraio 2013 – l’eterna trattativa fra Stato e mafia

di Pietro Orsatti su http://www.isiciliani.it Mentre a Palermo il processo sulla trattativa fra Stato e mafia va avanti, sembra essersi dissolta nella polvere degli archivi, e grazie alla cronica mancanza di memoria degli italiani, la lunga storia di interlocuzione (sfociata troppo spesso in collaborazione) fra settori dello Stato, dell'economia e della politica e le mafie … Continua a leggere Il patto – da I SIciliani /giovani – febbraio 2013 – l’eterna trattativa fra Stato e mafia

Omertà (1)

Omertà [o-mer-tà]s.f. inv. 1 Regola della malavita organizzata e consuetudine culturale dei luoghi da essa dominati, che obbligano al silenzio sull'autore di un delitto e sulle circostanze di esso 2 estens. Solidarietà interessata fra membri di uno stesso gruppo o ceto sociale che coprono le colpe altrui per salvaguardare i propri interessi o evitare di essere coinvolti in … Continua a leggere Omertà (1)

Ritornare a scrivere. Di quello che so scrivere di mestiere

Tornare a scrivere, ripartendo dal proprio mestiere. Quello dell'artigiano della parola. Non arte, meno retorica possibile. Ma narrare fatti, descrivere luoghi, volti, storie. Questo è quello che sto facendo. E non un esercizio di stile. Ripartendo da storie antiche, e profondamente moderne, come quelle di Stefano Bontade (figlio di zù Paolino Bontà) il principe di … Continua a leggere Ritornare a scrivere. Di quello che so scrivere di mestiere

L’assassinio nascosto del giudice francese Pierre Michel. I soldi di un massacro (4)

Questa è una storia difficile da raccontare. Una storia che ha tanti punti di partenza e innumerevoli finali, se si riescono a trovare. E' la storia di un fiume di denaro. Il denaro del traffico internazionale di eroina fra gli anni '60 e i primi anni '80. E' la storia del potere economico e politico … Continua a leggere L’assassinio nascosto del giudice francese Pierre Michel. I soldi di un massacro (4)

I soldi di un massacro (2). L’ossessione. Raccontare la stessa storia dalla strage di Portella all’Hotel des Palmes

Questa vicenda che sto cercando di raccontare sembra destinata a diventare una sorta di ossessione. Ho come la sensazione di scrivere della storia, di questa storia, da anni. Non solo quando scrivo di mafia siciliana, ma anche quando affronto la 'ndrangheta, l'eversione e la strategia della tensione, il sistema del malaffare italico inquinato dall'associazionismo segreto … Continua a leggere I soldi di un massacro (2). L’ossessione. Raccontare la stessa storia dalla strage di Portella all’Hotel des Palmes

I soldi di un massacro. (1) I protagonisti dell’avvio del grande business

Proviamo a giocare di fantasia. O meglio, proviamo a immaginare cosa sia successo dei soldi fatti dalla "vecchia" (si fa per dire) Cosa nostra prima dell'ascesa di Riina. Tentiamo a ricostruire da quello che sappiamo uno scenario che abbia un senso. Se è possibile. E per farlo bisogna tornare indietro assai nel tempo. Agli incontri … Continua a leggere I soldi di un massacro. (1) I protagonisti dell’avvio del grande business

Trent’anni fa la storia dei soldi e del potere dell’eroina di Cosa nostra era già scritta

Altro pezzo di archivio dell'Ansa. Stupefacente, impressionante. E' il 5 maggio 1981 giorno del decimo anniversario dell'omicidio del Procuratore generale Pietro Scaglione del suo autista Antonino Lo Russo. E il cronista ripercorre i dieci anni appena trascorsi con lucidità , mettendo in fila nomi, morti, intrecci e sospetti e punti di contatto. Cinque lanci di … Continua a leggere Trent’anni fa la storia dei soldi e del potere dell’eroina di Cosa nostra era già scritta

Ancora un appunto sul Principe di Villagrazia e sul salvatore della lira. E don Masino

Negli archivi della memoria si trovano frammenti che, riletti oggi, spostano e neppure di poco le convinzioni di una vita, le letture, la percezione. Trovo questo fammento (un lancio dell'agenzia Ansa) sulla deposizione di Tommaso Buscetta al maxi processo del 1986. ZCZC307/0B R CRO S0B QBXB PROCESSO PALERMO: INTERROGATORIO BUSCETTA (10) (ANSA) - PALERMO, 4 … Continua a leggere Ancora un appunto sul Principe di Villagrazia e sul salvatore della lira. E don Masino