Quel novantadue cristallizzato a Capaci

pubblico una pagina inizialmente scritta per Salvatore Coppola e poi pubblicata su I Siciliani Giovani.  Ci sono degli anni che iniziano strani, sbiechi, storti. Quello era un anno così. Si capi subito già dal 2 di gennaio scorrendo le agenzie di stampa e i titoli dei giornali. Un putiferio che si era scatenato. Con una … Continua a leggere Quel novantadue cristallizzato a Capaci

Annunci

La maschera di un governo fighetto

Spero che Alessandro Baricco diventi ministro. Perché non ha alcuna competenza se non essere fighetto quanto basta e accontentare i salotti culturali modaioli e apparentemente sinistrorsi. Ci farà un monologo piacione? Ci elargirà banalità da Auster de' noantri? Senza dubbio. E tutti si potranno addormentare sereni e contenti. E illusi. Su Barca sorvolo, perché ci … Continua a leggere La maschera di un governo fighetto

Forma e sostanza, principi e poteri. Matteo Renzi che forma ha?

La forma è sostanza. Sempre. In politica più che mai. E quindi vediamo la forma. Mentre Enrico Letta si sta per recare al Quirinale per rassegnare le dimissioni, Matteo Renzi a Firenze, con tanto di fascia tricolore, davanti ai suoi concittadini annunciando il suo prossimo addio dalla carica di primo cittadino e dichiara candidamente come … Continua a leggere Forma e sostanza, principi e poteri. Matteo Renzi che forma ha?

Questo paese che si è schiantato sulla spiaggia di Lampedusa.

Mi ritrovo a scrivere queste righe con negli occhi le immagini della mattanza di Lampedusa. Se dobbiamo trovare una sequenza che racconti la fine di un sistema di potere così corruttivo sul piano etico, sociale, culturale e ideologico come quello del berlusconismo è in questa strage del mare che la troviamo. Nell'impietoso montaggio che ci … Continua a leggere Questo paese che si è schiantato sulla spiaggia di Lampedusa.

La Siria, il Muos, le nuove guerre e il vuoto della politica

Domani - o addirittura oggi stesso - gli Usa e la Nato daranno il via a un'operazione di guerra in Siria. Aerea, ovviamente. Infilarsi in un'operazione che preveda un intervento di terra sarebbe una follia, visto che poi comunque la carne da cannone è già sul campo a farsi cannoneggiare dopo che per mesi le … Continua a leggere La Siria, il Muos, le nuove guerre e il vuoto della politica

La grande beffa del terremoto (servizio su Rassegna sindacale @rassegna_it )

PUBBLICATO SU RASSEGNA SINDACALE n.13 19/25 aprile 2012 Rassegna.it di Pietro Orsatti Se non ci fossero stati 309 morti e se non fossero state coinvolte le vite di decine di migliaia di persone ci troveremmo davanti a una colossale beffa. Una beffa mediatica, di dimensioni inimmaginabili da un lato, e un saccheggio a cui hanno … Continua a leggere La grande beffa del terremoto (servizio su Rassegna sindacale @rassegna_it )

Una rivoluzione senza rivoluzionari. Dei golpisti senza golpe. Novantadue

di Pietro Orsatti - pubblicato su I Siciliani giovani Ci sono degli anni che iniziano strani, sbiechi, storti. Quello era un anno così. Si capi subito già dal 2 di gennaio scorrendo le agenzie di stampa e i titoli dei giornali. Un putiferio che si era scatenato. Con una frattura nella famiglia socialista europea, fra … Continua a leggere Una rivoluzione senza rivoluzionari. Dei golpisti senza golpe. Novantadue

C’era una volta il “salvatore della lira”, il “principe” ucciso e quei soldi che vanno e vengono e nessuno trova

Li metto così, in fila, una serie di lanci dell'agenzia Ansa del 1981. Li metto così perché non trovo altri modi di farlo, questo lavoro che mi gira per la testa. Raccontare di un tesoro che non si trova più, di un tesoro grande, immenso, più di quello di Simbad il marinaio e di mille … Continua a leggere C’era una volta il “salvatore della lira”, il “principe” ucciso e quei soldi che vanno e vengono e nessuno trova

Novantadue. Incipit

di Pietro Orsatti Novantadue. Quanti se ne ricordano del 1992? Vent’anni, un Paese radicalmente cambiato, piegato oggi su stesso, svuotato economicamente, socialmente e culturalmente. Un Paese senza una politica degna di questo nome, con una classe di professionisti della poltrona che sembrano usciti da uno dei deliri di fantascienza demenziale di Douglas Adams. Ma quella … Continua a leggere Novantadue. Incipit

Sono padano e pure porco. Da “L’Italia cantata dal basso” e altre note a margine

Bentornato Presidente, anche se il suo intervento sulla secessione è arrivato un po' tardivo dopo le palate di fango che ci stiamo prendendo da anni da leghisti xenofobi ipocriti e opportunisti (mi riferisco ovviamente al voto "salva Romano" ultimo di una lunghissima serie di atti strumentali e opportunistici). Bentornato Presidente, anche se temo che sia … Continua a leggere Sono padano e pure porco. Da “L’Italia cantata dal basso” e altre note a margine

M(E)rcegaglia for president – Una Nota Inutile

Il titolo dell’Unità è di quelli da far tremare. Una roba da chiamata alla mobilitazione rivoluzionaria bolscevica. Quasi un appello di Lenin del 1917. Confindustria: ecco le cinque mosse per la crescita La cellula massimalista che ormai si è insediata in qualche sottoscala del palazzo di Confindustria deve aver fatto un gran lavoro di propaganda. … Continua a leggere M(E)rcegaglia for president – Una Nota Inutile

Lavitola, Tarantini, l’informazione con l’elmetto di cartapesta e l’italietta dei reality

Lavitola e Tarantini. Quando scrissi anni fa di Tarantini sembrava, alla fine, che la cosa si risolvesse in una bolla di sapone. E che il gioco di coinvolgere tutti (tutti coinvolti, tutti uguali) sugli affari sporchi della sanità pugliese avesse funzionato distogliendo l’attenzione da due temi che erano centrali. E per me lo rimangono ancora. … Continua a leggere Lavitola, Tarantini, l’informazione con l’elmetto di cartapesta e l’italietta dei reality

La sciatta furbizia di un’Italia in declino

Ho la netta sensazione che neanche più i suoi più stretti collaboratori prendano sul serio Silvio Berlusconi. Ormai il premier, cavaliere, imprenditore, finanziere, femminaro, utilizzatore finale, comico da retropalco e statista della propria immaginazione rilascia dichiarazioni senza senso, come un pugile suonato. Intanto raccatta gli ultimi spiccioli con qualche leggina truffa sull’editoria e appelli illegali … Continua a leggere La sciatta furbizia di un’Italia in declino