L’intervento di Salvo Vitale a #sbavaglio. Video

L'intervento di Salvo Vitale a #sbavaglio, la festa dei I Siciliani giovani il 22 settembre al Castello di Milazzo. La lucida denuncia della differenza che passa fra Antimafia sociale e Antimafia "formale", fra vero impegno sul territorio e cercare spazi di visibilità

Annunci

#sbavaglio – il programma della festa de @isiciliani giovani al Castello di Milazzo il 21 (domani) e 22

sabato 21 Apre la giornata di alle ore 17 il workshop su reportage e documentario che si occuperà di raccontare l'intera iniziativa (sala video al convento a cura di S. Gulisano e P. Orsatti) Alle ore 17 e 30 sempre (convento) presentazione del libro QUELLO CHE RESTA Storia di Stefania Noce - Il femminicidio e … Continua a leggere #sbavaglio – il programma della festa de @isiciliani giovani al Castello di Milazzo il 21 (domani) e 22

La Siria, il Muos, le nuove guerre e il vuoto della politica

Domani - o addirittura oggi stesso - gli Usa e la Nato daranno il via a un'operazione di guerra in Siria. Aerea, ovviamente. Infilarsi in un'operazione che preveda un intervento di terra sarebbe una follia, visto che poi comunque la carne da cannone è già sul campo a farsi cannoneggiare dopo che per mesi le … Continua a leggere La Siria, il Muos, le nuove guerre e il vuoto della politica

Cronaca di una manipolazione annunciata. Da Niscemi al governo fino a Lady D

Cronaca di una manipolazione annunciata. Potrebbe esseere il titolo di un romanzo, è invece la storia di questa estate di sentenze, chiacchere, intimidazioni, fatica, incompetenza, smascheramenti, delusioni. A farne i conti, della pochezza irresponsabile della politica e dell’informazione, quel poco di movimenti (veri e non padronali) che è sopravvissuto al berlusconismo, alle repressioni e alla … Continua a leggere Cronaca di una manipolazione annunciata. Da Niscemi al governo fino a Lady D

Marsiglia, Milano, Palermo, Cosa nostra e la ‘ndrangheta. E quel giudice ragazzino al centro del Mediterraneo

Capita sempre così. Tracce, legami, collegamenti compaiono improvvisamente quando meno te li aspetti. Un nome, un riferimento, un accenno sulla pagina di un libro, su un documento giudiziario, su un articolo di giornale, in qualche carta dimenticata in archivio e quella storia che avevi iniziato a seguire anni prima di colpo si arricchisce di un … Continua a leggere Marsiglia, Milano, Palermo, Cosa nostra e la ‘ndrangheta. E quel giudice ragazzino al centro del Mediterraneo

Documenti – dalla cronaca dell’84 – L’inizio del maxi processo a Cosa nostra

Molti, oggi, danno per scontato il maxi processo di Palermo a Cosa nostra. Il grande blitz dell'84, l'incredibile show dell'aula bunker all'apertura del processo nel '86. La sentenza definitiva del 30 gennaio del 1992. Ma dopo decenni di silenzio, di processi che non approdavano a niente, di impunità infinite la storia del maxi processo a … Continua a leggere Documenti – dalla cronaca dell’84 – L’inizio del maxi processo a Cosa nostra

Rileggendo Calderone e Buscetta, guardando a Cosa nostra di oggi

Ho riletto recentemente i due libri "testimonianza" sui pentiti Antonino Calderone (Uomini del disonore) e Tommaso Buscetta (Addio Cosa nostra) scritti da Pino Arlacchi nei primi anni novanta. Ammetto di non essere  un grande estimatori dell'Arlacchi politico e delle sue simpatie per certi ambienti giudiziari e di intelligence d'oltreoceano, ma il lavoro di sociologo e … Continua a leggere Rileggendo Calderone e Buscetta, guardando a Cosa nostra di oggi

Messina: banale “democrazia”

di Riccardo Orioles http://www.isiciliani.it Pacifisti, movimento NoPonte, artisti del Teatro Pinelli, studiosi dei Beni Comuni, preti di periferia: a Messina la società civile s’è messa insieme, ha scelto un candidato sindaco - Renato Accorinti - e l’ha portato avanti. Mesi e mesi di campagna nei quartieri: “Non vi chiediamo il voto, vi chiediamo di lottare”. … Continua a leggere Messina: banale “democrazia”

“A schiena dritta”, il mio primo libro, disponibile ora in rete gratuitamente

Scritto fra il 2008 e il 2009, ecco "A schiena dritta" edito per Socialmente. Cosa nostra siciliana dopo la cattura di Provenzano. Reportage, inchiesta e ricerca storica per capire la mafia di oggi partendo dall'analisi del triangolo Corleone, Cinisi, Castellammare del Golfo. Decine e decine di storie che si collegano fra loro in un mosaico composto … Continua a leggere “A schiena dritta”, il mio primo libro, disponibile ora in rete gratuitamente

Un pezzo di archivio. Sui poteri sommersi di una Palermo eterna

Facendo ricerche per il libro che sto scrivendo mi ero imbattuto in un pezzo del 2007 scritto da Alberto Statera e pubblicato su La Repubblica. Gran parte (meglio, tutte) delle notizie riportate le conoscevo. In quel periodo raccontavo esattamente le stesse trasformazioni in atto (trasformazioni apparenti) in Sicilia. E doveva ancora decollare il fenomeno Lombardo … Continua a leggere Un pezzo di archivio. Sui poteri sommersi di una Palermo eterna

Forconi, Tir, Clientelismo e mafie. E qualche suggestione golpista. #italiabloccata

A scrivere questa storia sembra di gettarsi nella stesura di un romanzo di fantapolitica, ma non è così. Quello che sta avvenendo nelle strade italiane in queste ore davanti agli occhi attoniti di milioni di cittadini inermi è molto concreto. E viene da lontano. Ha un sapore antico, ed è tutt’altro che una versione italica … Continua a leggere Forconi, Tir, Clientelismo e mafie. E qualche suggestione golpista. #italiabloccata

Non è la primavera italiana. Troppe coincidenze sulle cosiddette rivolte di forconi, Tir, taxi e benzinai.

Scrivo velocemente nella notte. Appunti disordinati. Sensazioni. La rivolta dei forconi si sposta a nord, in Calabria, in Sardegna e poi a Latina da dove tenteranno di bloccare Roma. Tutto avviene in un clima assurdo di abbandono, di disattenzione. Sottovalutazione? Non credo. C'è una strategia dietro a questo? Ho la netta sensazione che sia così. … Continua a leggere Non è la primavera italiana. Troppe coincidenze sulle cosiddette rivolte di forconi, Tir, taxi e benzinai.

Sicilia. Le ombre del Boia chi molla tornano

La folla, esasperata dalla crisi, dal disagio sociale, abbandonata dalla politica e dalle idee, si unisce al blocco del traffico e di tutte le attività produttive e commerciali. Intimidazioni, aggressioni, veri e propri sequestri di persona, perfino casi di malcelate estorsioni. Sacrosante richieste che si confondono, nella esasperazione non dei toni ma delle azioni dirette … Continua a leggere Sicilia. Le ombre del Boia chi molla tornano