La fu Capitale d’Italia sopravviverà alla classe politica nazionale?

Leggo delle ultime acrobazie del Pd nazionale sulle prossime elezioni amministrative a Roma.  Riprendo la rassegna stampa delle ultime settimane e mi metto a studiare. L’ho tenuta nel cassetto per un po’ questo pastone di dichiarazioni a piede libero, sentivo la necessità fisica di prendere distanza. Ma questa sera a Torpignattara alla Casa del Popolo ho la presentazione del mio libro Roma Brucia e la … Continua a leggere La fu Capitale d’Italia sopravviverà alla classe politica nazionale?

Civati, Landini, Vendola. Pronti? Via! Per dove? Bho!

Piccola premessa personale. Mi considero ancora oggi un militante di un movimento che non esiste più. Il movimento ecopacifista che negli anni ’80 rappresentò uno dei segnali più forti di cambiamento nel nostro paese e che si perse prima nell’esercizio esclusivo dello slogan e poi dell’assessorismo (a chi si nega un assessore in questo Belpaese?) quando fra il ’92 e il ’94 questo Paese implose … Continua a leggere Civati, Landini, Vendola. Pronti? Via! Per dove? Bho!

Il rottamatore con il manganello. Come si mette in piedi la nuova strategia della tensione

Riporto testuale lo sfogo del segreatario della Fiom Maurizio Landini postato su Fb (e sembra di sentire la sua voce) “Non ci muoveremo dal ministero dello Sviluppo Economico finché non saremo ricevuti dal Governo. Siamo partiti in corteo con i lavoratori dell’Ast di Terni e ci hanno menato. Ero davanti a prenderle anche io. Non siamo delinquenti, non si mena chi è in piazza a … Continua a leggere Il rottamatore con il manganello. Come si mette in piedi la nuova strategia della tensione

La maschera di un governo fighetto

Spero che Alessandro Baricco diventi ministro. Perché non ha alcuna competenza se non essere fighetto quanto basta e accontentare i salotti culturali modaioli e apparentemente sinistrorsi. Ci farà un monologo piacione? Ci elargirà banalità da Auster de’ noantri? Senza dubbio. E tutti si potranno addormentare sereni e contenti. E illusi. Su Barca sorvolo, perché ci sarebbe da incazzarsi talmente tanto se accettasse da inseguirlo spernacchiandolo … Continua a leggere La maschera di un governo fighetto

Alla vigilia delle primarie del Pd ritornano le leggi della robotica di Asimov

  Ritrovo una vecchia cosa che avevo scritto sul PD anni fa parafrasando Asimov… ci sta ancora tutta. Se applicassimo le leggi della robotica di Asimov al Pd tutto diventerebbe più chiaro. Le leggi della robotica e il Pd ? Mi è andato di volta il cervello? A cercare di capire cosa stia succedendo al Partito democratico poco ci manca. Poi la rilettura di alcune … Continua a leggere Alla vigilia delle primarie del Pd ritornano le leggi della robotica di Asimov

Un sabato italiano dove l’unico che sorride è Berlusconi

Come faceva quella canzone sul “sabato italiano”? Mi viene in mente il ritornello o poco più. Ma oggi comunque è sabato, ed è un sabato italiano DOC da ventennio berlusconiano. Qualcosa che avevamo per un breve periodo sperato di non vedere più e invece… E invece questo sabato vede in piazza Berlusconi e il Pdl a Brescia. Contro la condanna a 4 anni a Silvio … Continua a leggere Un sabato italiano dove l’unico che sorride è Berlusconi

Il Pd che si immola sui suoi conflitti interni. Trascinandosi dietro l’idea di sinistra e immobilizzando il cambiamento

Poche righe. Di totale pessimismo. Non ho alcuna speranza che il Pd, a partire dall’assemblea nazionale di domani, sia in grado di individuare un percorso per uscire dalla palude in cui, con le proprie mani, si è cacciato. Troppi conflitti interni, troppe vendette fra vecchi e presunti nuovi dirigenti da consumare. E nessuna progettualità per il paese che vada oltre a quale ritorno politico (di … Continua a leggere Il Pd che si immola sui suoi conflitti interni. Trascinandosi dietro l’idea di sinistra e immobilizzando il cambiamento