Non il libro dei sogni, semplicemente il potere della memoria

Il popolo della sinistra non esiste più. Questo sembra raccontare il risultato elettorale. La realtà è molto diversa e forse perfino più disperante, perché racconta altro questo risultato elettorale. Il popolo della sinistra ormai è estraneo dalla sua natura di partecipazione e capacità di inclusione e orfano ormai da decenni della propria rappresentanza, esclusa dalla presa di potere e dalla continua mutazioni delle regole interne … Continua a leggere Non il libro dei sogni, semplicemente il potere della memoria

Elezioni 2018. Non sono un reality

Tieni conto di cosa ho fatto per amore e usami indulgenza per cosa ho fatto per forza. Beppe Fenoglio Sono cresciuto con le colonnine di Luigi Pintor, la cronaca de L’Unità, le inchieste dei pistaroli e i reportage di Bocca. E ancora con le interviste di Colombo, le invenzioni della Fallaci prima che fosse stravolta  e travolta dal suo ego, i racconti del reale scritti … Continua a leggere Elezioni 2018. Non sono un reality

Lo sbirro che sognava la democrazia. “Al di sotto della legge” Il libro di L. Notari M. Ravarino

*** Al di sotto della legge “Al di sotto della legge”, libro intervista a Luigi Notari curato da Mauro Rovarino (edizioni Gruppo Abele), è un piccolo libro che pone una lunga serie di domande su quello che è avvenuto negli ultimi 40 anni nel nostro Paese. E’ il racconto della vita di uno “sbirro per caso”, figlio di partigiano, emiliano fino al midollo, fiero dell’eresia … Continua a leggere Lo sbirro che sognava la democrazia. “Al di sotto della legge” Il libro di L. Notari M. Ravarino

Roma, la corsa alla rimozione sospendendo la democrazia

Roma travolta dall’emergenza terrorismo, militarizzata, caotica, lurida. Roma prigioniera del Giubilieo della misericordia che non ha nessuna misericordia per i 5 milioni di abitanti sospesi nel limbo di un commissariamento che doveva essere tecnico e invece è fortemente politico. Roma che attendeva il processo “del secolo” a Mafia Capitale e da settimane il processo va avanti senza che nessuno ne parli. Taglio basso nell’impaginazione dei … Continua a leggere Roma, la corsa alla rimozione sospendendo la democrazia

Le ragioni per scrivere. Partendo da Pasolini

Il quarantesimo anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini. Quarant’anni. Riguardo quella vecchia fotografia di un uomo adulto che gioca a pallone in un campetto di periferia. In giacca e cravatta. Immondizia e palazzoni. La Roma che era e che è. Nonostante l’ostentazione di una modernità che non ha mai raggiunto l’anima più  intima e profonda di questa città. Di Mamma Roma. Quella città me … Continua a leggere Le ragioni per scrivere. Partendo da Pasolini

Grillo attacca i giornalisti e “dimentica” i blog sotto attacco per legge. Comodo

La sparata quotidiana del leader sacerdote supremo del partito/setta a cinque stelle ha ovviamente oscurato questa notizia (che ci fa parecchio pensare sulla natura democratica dell’attuale maggioranza al governo). Anzi, il blogger santone più letto del paese non ha speso neanche una riga in difesa della libera (e non vessata) informazione informale (e anche formale). Per una semplice ed evidente ragione: a Grillo la sola … Continua a leggere Grillo attacca i giornalisti e “dimentica” i blog sotto attacco per legge. Comodo

Grillo: invece di “pentitevi” avrebbe dovuto usare “convertitevi”. Più consono a un Papa che a un parrocco

Ormai il delirio ha raggiunto vette sublimi. Ogni giorno Grillo (e finalmente anche Casaleggio come vedremo in seguito) aggiunge nuove perle l suo già immenso repertorio di santone/leader del primo partito/setta della storia repubblicana. Ora paragona i giornalisti ai picciotti di Totò Riina. Rei di raccontare del M5S, di non fermarsi ai proclami del capo, di raccontare contraddizioni che sono davanti agli occhi di tutto, macroscopiche. … Continua a leggere Grillo: invece di “pentitevi” avrebbe dovuto usare “convertitevi”. Più consono a un Papa che a un parrocco