Italiani brava gente, i soliti razzisti

resize.php

Bianchi, cristiani, un po’ ipocriti e soprattutto furbetti. Fascisti anche se lo neghiamo. Italiani. Meticci che rinneghiamo il nostro sangue misto per sentirci non ariani ma paraculi. Ah che nostalgia per i calzoni alla zuava, il fez e “la faccetta nera” da stuprare dopo la battaglia contro gli impuri copti dell’Abissinia. Su, avanti, dimentichiamo i gas nervini gettati sulle popolazioni civili in Cirenaica, le stragi in Somalia e in Eritrea. E questa strage nel mare di Sicilia. Ordine e sicurezza e facce da natiche ben pasciute. Minniti me lo ricordo con tanto di elmetto ridicolo e giacca e cravatta sul “fronte di Valona” mentre i bombardieri A10 decollavano da Gioia del Colle con il loro carico di munizioni all’uranio impoverito e andavano a sparare sul Kosovo e la Serbia. E me la ricordo poche settimane dopo quella donna anziana con la borsa della spesa che sembrava mia zia a fare da pasto alle mosche vicino a Peć. Due blindati avanzo della Guerra fredda da annientare e qualche danno collaterale con una sporta di uova e pane e le pantofole di feltro a bordo del fosso. E il fronte di Valona era la missione Arcobaleno e il saccheggio degli aiuti umanitari e non eroiche truppe lanciate alla pugna. Ora. Ora quell’incubo della guerra in Europa, torna nelle facce di questa classe politica, vecchia e nuova, che per un voto scannerebbe la propria madre nella pubblica piazza e denuncerebbe il proprio padre alla commissione della razza. Razza italica. Nausea nel vedere il piglio di un portiere di albergo laccato, e vicepresidente della Camera dei deputati, che mostra la ferocia banale del male, del burocrate frustrato che usa fondali di cadaveri nel Mediterraneo per parlare all’intestino crasso della palude fascista. Su su, togliamo l’acqua ai barboni e Rom che l’acqua è italica e simbolo di purezza di una razza che non è mai stata pura per millenni. Avanti, il nemico è chi salva vite e non chi condanna alla morte, il nemico è chi aiuta e non chi uccide. Uccide. E intanto contiamo denaro, illecito, che produciamo con le nostre sacrosante e cristianissime mafie. Che i soldi sono santi per definizione visto che solo grazie al giro di affari generato dalla prostituzione (straniera ovviamente) e della droga che viene preso in considerazione per calcolare il nostro Prodotto Interno Lordo (PIL) rispettiamo il patto di stabilità e restiamo inj Europa. Prostituzione e droga. Ringraziate la mafia. E mettetevi la giacchetta da borghese fascista ripulito della nuova politica e emettete sentenze di sterminio. Che vi riesce benissimo nascondendovi a gente razzista e seria come i nord europei che non hanno mai negato l’olocausto mentre noi dimentichiamo pietosi solo verso noi stessi le leggi raziali e gli stermini messi in atto nelle fascistissime colonie dell’Impero di carta pesta.

E mi ricordo di te, Paolo Gentiloni, che ti ho conosciuto quando eri direttore di Nuova Ecologia, militante (si fa per dire) del movimento ecopacifista e ora burocraticamente dai carta bianca a sanguinari paraculi in cerca di visibilità per sopravvivere anche nella prossima legislatura. Mi ricordo di te, Paolo. Me ne ricorderò per sempre. Così apparentemente mite e così occultamente spietato nell’emettere decreti che producono morte. E vergogna a quel poco di sano che è rimasto di questo paese e di questo popolo.

Estremismo umanitario. L’ultima definizione di questa calsse politica così fiera della propria brama di sangue altrui, è la pietra tombale a un patto di rispetto verso una classe politica e dirigente (tutta anche quella dei parvenu della nuova politica così simile a quella dell’alba del ventennio fascista da essere uguale).

Italiani brava gente. Razzisti paraculi.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...