C’è voluto più di un decennio per suonare un blues. Con Massimo Bevilacqua

Non suonavo il basso, che ho suonato per 4 lustri, da circa undici anni. Figuriamoci suonare per ben tre volte davanti a un pubblico (qui gli anni trascorsi sono qualcuno in più). Chi l’avrebbe mai immaginato. E invece è successo. Insieme a un grande musicista, Massimo Bevilacqua, e a un blues. Non un brano specifico. Semplicemente un blues.

Massimo l’ho conosciuto per una storia di cani. Si, compagni a quattro zampe che spesso non ci meritiamo. Così Lisa, la compagna di Massimo (e sue sono le foto). Una storia troppo complicata per essere raccontata, ma c’è ed è importante per me (e per noi).

Lui suona il blues come se invece che a Napoli fosse nato in qualche fattoria sgarrupata a uno sputo dal Mississipi. Tecnica “a togliere”, ogni nota, cruda e tagliente, fondamentale. Insomma se non con lui con chi altro? Io faccio il mestiere del narratore con una penna, lui qualcosa di molto simile con una Martin acustica. Inevitabile che riprendessi il basso non per fare “effetti” ma per suonare con Massimo.

Avevamo già mischiato un mese fa i nostri percorsi in una doppia presentazione a Roma. Io con Floriana il libro “Grande Raccordo Criminale”, lui con il nuovo disco “Silver Blues”. Ci si era infilato, comodo comodo, anche Pino Scaccia in una serata memorabile per noi e per un pugno di stralunati amatori di musica e di giornalismo di inchiesta che si trovarono ad assistere a una roba del tutto inattesa e improvvisata. Poi ci siamo rivisti a Torregrotta e al Castello di Milazzo il 19 e 20 luglio e io ho deposto per due sere penna e parola e ho rimesso le mani su un basso. Neanche mezza prova, una scaletta che non abbiamo regolarmente seguito, e via.

Il blues è così. Un racconto che esce naturale.

E abbiamo passato due sere a raccontare

 

mas

2 risposte a “C’è voluto più di un decennio per suonare un blues. Con Massimo Bevilacqua

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...