Alla vigilia delle primarie del Pd ritornano le leggi della robotica di Asimov

primarie-pd-castelvetrano-580x338

 

Ritrovo una vecchia cosa che avevo scritto sul PD anni fa parafrasando Asimov… ci sta ancora tutta.

Se applicassimo le leggi della robotica di Asimov al Pd tutto diventerebbe più chiaro. Le leggi della robotica e il Pd ? Mi è andato di volta il cervello? A cercare di capire cosa stia succedendo al Partito democratico poco ci manca. Poi la rilettura di alcune pagine di Isaac Asimov mi ha dato qualche strumento di analisi in più.
Ma andiamo a vedere di cosa trattano queste benedette leggi:

1. Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno.
2. Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.
3. Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Prima e con la Seconda Legge

Trasferiamole, queste benedette leggi, nell’universo Pd . Ecco qui:

1. Un partito non può recar danno a un suo dirigente né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un dirigente riceva danno.
2. Un partito deve obbedire agli ordini impartiti dai dirigenti, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.
3. Un partito deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Prima e con la Seconda Legge

Se applicate al Pd si verifica, in caso di violazione, il blocco del partito, l’immobilità. Stesso avveniva ai robot nei romanzi di Asimov. Che però, nell’evolversi della narrazione, si accorse dell’inghippo e tirò fuori dal cappello del buon scrittore la cosiddetta “legge zero”. Eccola con le modifiche all’impianto di norme conseguenti:

0. Un robot non può recare danno all’umanità, né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, l’umanità riceva danno.

Le altre 3 leggi vengono modificate di conseguenza:

1. Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno. Purché questo non contrasti con la Legge Zero
2. Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non contravvengano alla Legge Zero e alla Prima Legge.
3. Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Legge Zero, la Prima Legge e la Seconda Legge.

È evidente che ad oggi il Pd non ha ancora scoperto la legge zero.

SCRITTO NEL 2009

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...