Il progetto eversivo e reazionario che sta affondando definitivamente questa democrazia

Come volevasi dimostrare, dopo aver forzato la mano al presidente della Repubblica spingendolo a una doppia forzatura istituzionale (riconferma di Monti senza un voto di fiducia e istituzione della commissione dei saggi), oggi il capogruppo M5S al Senato Vito Crimi scarica bellamente Napolitano lasciandolo con il cerino in mano a fare da bersaglio nel buio dove si trova oggi la nostra Repubblica. Avevano già insultato e svuotato il parlamento con il loro improduttivo atteggiamento di commissari del popolo. Avevano cercato (utilizzando anche il giornale e il commentatore più vicini a loro, Il Fatto e Travaglio) di sputtanare in tutti i modi la seconda e la terza carica dello Stato. Avevano di fatto imposto, facendo finta di appoggiarla, la soluzione di prorogatio di Monti e rasentando in questo modo la violazione della Costituzione. E alla fine delle vacanze pasquali hanno dato il colpo di grazia a Napolitano. Con cinica irresponsabilità.
E le parole di Napolitano pubblicate oggi dal Corriere della Sera assumono un nuovo significato: ‘Dopo sette anni sto finendo il mio mandato in un modo surreale, trovandomi oggetto di assurde reazioni di sospetto e dietrologie incomprensibili, tra il geniale e il demente…”.
Il progetto del M5S (parlo di Grillo Casaleggio e dei fedelissimi selezionati in anni di epurazioni in gran parte sconosciute) è ogni minuto più chiaro. Smantellamento dell’assetto e dei poteri e dei contrappesi sui quali si fonda lo Stato e svuotamento della costituzione. Usando come grimaldello quel 25% ottenuto grazie a un voto di protesta anche di tanto (troppo) voto di sinistra.
Davanti a un così sfacciato piano eversivo/reazionario (reazionario perché svuotando la Costituzione si rischia una deriva autoritaria) la reazione è il nulla. Da parte dei paludati e miopi commentatori della stampa nazionale. Da parte della politica e soprattutto della sinistra. L’attuale classe politica rimane inerme, dopo vent’anni di lotte interne, delegittimazioni, svuotamento morale, accordi sottobanco, guerre fra correnti, scissioni, ambizioni innominabili, sottovalutazione criminale dello stato del paese. Berlusconi ha la quota più rilevante di responsabilità, come del resto i presunti centristi Monti e bocconiani in testa. Ma il centro sinistra è profondente responsabile di questa situazione. Prima ha cercato di normalizzare Berlusconi aprendo spiragli di interlocuzione, altrettanto ha cercato di fare con Grillo & co.
Il risultato è lo sbeffeggianento e svuotamento del ruolo di garanzia del presidente della Repubblica e una forzatura istituzionale (sull’esecutivo) che crea un precedente pericolosissimo per la tenuta della Cistituzione.
E Grillo capitalizza. E mostra la sua vera faccia. Tattica, menzogna, autoritarismo.
E la politica sembra non accorgersene. Almeno quella italiana. Marine Le Pen invece se n’è accorta benissimo e chiede un incontro a Grillo in chiave anti euro. Per iniziare.

***

Scriveva Leonardo Sciascia ne Il Giorno Della Civetta: “E questa è forse la ragione per cui in Sicilia – pensava il capitano – ci sono tanti fascisti: non è che loro abbiano visto il fascismo solo come una pagliacciata e noi, dopo l’otto settembre, l’abbiamo sofferto come un tragedia, non è soltanto questo; è che nello stato in cui si trovavano una sola libertà gli bastava, e delle altre non sapeva che farsene”. Quante analogie fra quella Sicilia e questa Italia possiamo trovare? Un’infinità.

Posted using Tinydesk blog app

Annunci

2 comments

  1. Consiglio un ripassino su cos’è il fascismo e come ha agito il fascismo. E il tono che ho usato è un buffetto amichevole se confrontato a quello che dichiara e fa Grillo e il M5S. Ripassino e disintossicazione…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...