#M5S, slogan e parole tante, non una proposts di legge. Dal #FateloVoi al #fattinonpugnette

Fra poco la delegazione a cinque stelle salirà al Quirinale. Per presentare la propria ipotesi di governo (prendere o lasciare) e i venti punti del programma al presidente Napolitano. Fin qui tutto bene. Potremmo criticarli per la loro pretesa (terza forza politica) di avere l’incarico per formare l’esecutivo? No, è un loro diritto e a loro favore non possiamo che apprezzare la coerenza: lo avevano annunciato e lo faranno.

Ma non può bastare. Non davanti alla crisi economica e sociale on cui l’Italia è precipitata. È nel parlamento che si fanno le leggi e si cambia l’assetto e l’indirizzo del paese. Potere legislativo che a quanto sembra per ora i cinque stelle hanno ignorato.

La critica nei loro confronti è infatti un’altra. Su 250 proposte di legge depositate in parlamento non una porta la loro firma. Non una. Nemmeno un comma, un frammento, una virgola. Venti punti di programma e nemmeno una proposta vera? E contemporaneamente, dopo le prime autoriduzioni (consistenti) e proposte da parte delle presidenze delle camere di tagli ai costi della politica, il loro atteggiamento non è stato quello di integrare il percorso (formalmente, come ora possono) con proposte concrete, ma si sono dedicati esclusivamnte all’esercizio della critica (non basta!) e del chiamarsi fuori (Fatelo Voi) da ogni responsabilità.

Hai un peso numerico e politico impressionante in parlamento e non fai una proposta che sia una? Non metti nero su bianco il tuo progetto e avvii una battaglia politica e parlamentare per portare il risultato a casa? Passi il tuo tempo (pagato e rimborsato e integrato nonostante la tua autoriduzione che rimane minimale visto che riguarda solo lo stipendio e non le indennità) a fare riunioni fiume (utilizzando strutture del parlamento) su problemi fondamentali per gli italiani come quelli se rispondere o no alle domande della stampa o se espellere o no i senatori che hanno votato Grasso)? Invece di presentare proposte di legge derivazione del tuo decantato programma non fai altra attività parlamentare che chiedere insistentemente poltrone (che fra l’altro nessuno ti negherà) di questori e segretari e di presidenti di commissione? E poi, dopo non aver fatto assolutamente nulla delle tue funzioni di parlamentari, ti chiami fuori lanciando la campagna #FateloVoi?

Non so se siano inesperienza, ignoranza, incompetenza a far tenere ai cinque stelle un atteggiamento del genere. So per certo che inesperienza, ignoranza e incompetenza non sono attenuanti. Sono parlamentari e si candidano a rappresentare il cambiamento. Se il cambiamento che ci prospettano è quello che ci hanno fatto vedere fino ad oggi (chiacchierare molte, urlare slogan tanto e non fare assolutamente nulla di pratico e reale sempre) la situazione è davvero drammatica. Ci sono più di 150 parlamentari assolutamente inutili (perfino per il loro movimento) che occupano il parlamento sul groppone degli italiani.
Quindi in attesa che si decidano a fare i parlamentari (pagati) invece che i turisti, direi che è arrivato il momento di sollecitarli un po’ a fare quello per cui sono stati eletti. #fattinonpugnette

Posted using Tinydesk blog app

Annunci

Un pensiero riguardo “#M5S, slogan e parole tante, non una proposts di legge. Dal #FateloVoi al #fattinonpugnette

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...