La strategia del saccone. Una nota inutile

20111031-132004.jpg

La strategia del terrore è nel sacco. Anzi meglio, nel Sacconi. Quando non si ha più niente da dire in questo Paese, e quando si fanno errori madornali (come quello di buttare nel cesso l’articolo 18 con l’annuncio dei licenziamenti facili), non si chiede scusa al Paesr e si aggiusta il tiro o si mantiene un dignitoso silenzio, ma si tira fuori il fantasmone del terrorismo. E si pascià libertà di dichiarazione governativa al ministro più inutile della compagine berlusconiana dopo Brunetta. Il ministro del lavoro (di chi? Perché?) Maurizio Sacconi.
L’uomo in questione non è riuscito a chiudere positivamente una dico una vertenza (a partire dalla Vilnus), è caduto più volte nel gioco delle tre carte di quel burlone di Marchionne (che ha fregato il maglioncino di Don Ciotti per sembrare più buono) e non si fa sfuggire nemmeno il convegno della pro loco di Bassano Romano. Ma dichiara, eccome se dichiara, in assoluta libertà.
Fortunatamente il personaggio è tanto marginale (ministro a una roba che Berlusconi & co non sanno nemmeno che è) che la sua recente dichiarazione rimane come l’ennesimo episodio da consegnare alla satira.
Ma il segnale rimane. E qui per un nanosecondo divento serio. Speriamo che non ci sia (e se ci sono tornino ad ibernarsi) ancora degli omini con la barba finta negli apparati che abbiano voglia di emulare il glorioso passato degli anni di piombo e degli autunni caldi di più di 40 anni fa.
Che D’Alema smetta di lisciarsi i baffetti davanti allo specchio e faccia il suo lavoro di presidente del Copasir. Così, tanto per vedere l’effetto che fa.

Ps (per favore qualcuno tranquillizzi Gasparri che il terrore non è vedere di prima mattina La Russa e che soprattutto il ministro alla Difesa e al Bilonaire non ha alcuna strategia se non quella di pianificare le sue incursioni alla Standa per i saldi di pareo)

IL BLOG DI PIETRO ORSATTI

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...