La crisi di nervi della maggioranza per le critiche vaticane

di P. O.

Sono nervosi. Quelli del Pdl. E quasi di più i “crociati” leghisti. Nervosi e non lo nascondono. Lo “strappo” della chiesa nei confronti del governo, effetto dell’affaire “Ruby”, ha totalmente destabilizzato se non la coalizione e la guardia pretoriana del premier sicuramente i nervi di più di un esponente del Pdl. Prima la stampa cattolica, Avvenire, Famiglia cristiana e perfino il paludatissimo Osservatore romano, poi Bertone e alla fine il Papa. L’offensiva da Oltre Tevere è in atto, e per un divorzio sembra che non sarà necessario un pronunciamento della Sacra Rota.
Andiamo a vedere cosa ha detto ieri il Papa.

Nella nostra epoca di ”mutamenti” si registra una diffusa ”insicurezza”, dovuta all”’indebolimento della percezione dei principi etici su cui si fonda il diritto e degli atteggiamenti morali personali, che a quegli ordinamenti sempre danno forza”.
”L’epoca in cui viviamo – ha proseguito il pontefice – e’ percorsa da profondi cambiamenti. Anche Roma, che giustamente e’ chiamata ‘citta’ eterna’, e’ molto cambiata e si evolve; lo sperimentiamo ogni giorno e voi ne siete testimoni privilegiati”.
”Questi mutamenti generano talvolta un senso di insicurezza, dovuto in primo luogo alla precarieta’ sociale ed economica, acuita pero’ – ha voluto sottolineare il pontefice – anche da un certo indebolimento della percezione dei principi etici su cui si fonda il diritto e degli atteggiamenti morali personali, che a quegli ordinamenti sempre danno forza”.
Inutile sottolineare che Benedetto XVI sembra rivolgersi sia a Silvio Berlusconi che al sindaco di Roma Gianni Alemanno ancora impegnato nello strenuo sforzo di cancellare il ricordo di “parentopoli”.
Panico nel Pdl. Una quarantina di politici cattolici del partito dell’amore (primi fra tutti Formigoni e Storace) scrivono una lettera pubblica rivolta alla CEI chiedendo di “sospendere il giudizio” sui comportamenti di Silvio Berlusconi. A dimostrazione che il colpo è stato forte ed è stato accusato. Altri, meno devoti, attacano chiesa e Papa a tutto campo. “Si preoccupino dei casi di preti pedofili”, questa la parola d’ordine a cui aderiscono prontamente Bossi e i suoi.
E si creano le prime evidentissime crepe. Il sottosegretario all’Interno Mantovano invita infatti il premier a presentarsi dai magistrati per fugare ogni dubbio. Si fanno scommesse sui tempi della prossima epurazione.
Berlusconi intanto è scatenato. Attacca Bocchino, la sinistra, i magistrati, i giornali, la spectre, Marte e anche Giove se gli avanza tempo. E intanto sembra intenzionato a sfrattare il mezzo battaglione di belle figliole (frequentatrici dei suoi dopo cena) dal condominio di Milano 2 dove erano state bellamente alloggiate. “Questione di decoro”, sembrerebbe la motivazione dello sfratto. Solo ora?
In difesa del pattuglione di ragazze si schiera, niente di meno, che Rosy Bindi. “Se le 14 ragazze che abitano nel residence di via Olgettina vengono sfrattate per salvaguardare il decoro e l’immagine dell’immobile, cosa si aspetta a sfrattare Berlusconi per tutelare l’immagine e il decoro delle nostre istituzioni?”. Attacca Rosy Bindi, e prosegue. ”Questo sfratto e’ a dir poco paradossale. Finora, nelle videodifese del Presidente del Consiglio come nelle tenaci e martellanti dichiarazioni dei suoi tanti portabandiera, si e’ sempre sottolineata la bonta’ di un premier, desideroso solo di aiutare giovani fanciulle in difficolta’. Ecco, ora puo’ davvero dimostrare il suo buon cuore: potrebbe intercedere presso l’amministrazione per impedire che perdano l’alloggio”.
Prima o poi, lo sappiamo, qualcuno ci dirà che siamo su una candid camera. Regia di Alvaro Vitali.

http://www.gliitaliani.it

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...