Cosentino difeso ancora dalla Camera. Bossi soddisfatto

Partiamo dalla fredda cronaca. In un’aula della Camera mai piena così è andata in scena l’ennesimo braccio di ferro fra maggioranza e magistrati sul caso Cosentino. Con 308 voti la Camera, approvando la proposta della Giunta delle Autorizzazioni, ha detto no all’uso delle intercettazioni telefoniche che chiamano in causa Nicola Cosentino. I favorevoli sono stati 285, nessun astenuto. Il voto, su richiesta del Pdl, è stato segreto.

«So già che ce la facciamo». Così il leader della Lega, Umberto Bossi, ai cronisti che in Transatlantico gli chiedono se è un buon segnale per la maggioranza il voto dell’Aula della Camera che ha negato l’autorizzazione all’uso delle intercettazioni a carico dell’ex sottosegretario all’Economia, Nicola Cosentino (Pdl), approvando la relazione di maggioranza della Giunta. E a chi gli fa notare che Futuro e Libertà ha votato in maniera diversa rispetto alla maggioranza, il senatur replica: «Bisogna chiederlo a loro, noi passiamo ugualmente».

Ora però il senatur dovrà spiegare la sua difesa a oltranza dell’ex sottosegretario accusato di contiguità con i Casalesi.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...