Il Copasir a #M5S? Dopo le minacce di “dossier” sui giornalisti da parte di #Grillo è una follia. E la FNSI ora proceda per vie legali!

grillo_a_mps_800_800

“State molto attenti adesso a fare dossier su famiglie, figli, a pubblicare indirizzi di casa. Ora lo faremo anche noi. Non è un consiglio, è proprio una minaccia”. Bene bene. Ecco un fascista anni ’70 con tendenze golpiste? No, è Beppe Grillo oggi rivolto ai giornalisti.

E questa sarebbe “l’eccesso di democrazia” di cui parlava ieri Grillo? Ma non prendiamoci per culo. Questo è un megalomane presuntuoso e violento (nel linguaggio e nelle conseguenze che da quel linguaggio giungono a cascata) che minaccia (reato), intimidisce (reato) e istiga i suoi soldatini di piombo a commettere gli stessi reati. Che mi mandi a fare in culo un giorno si e il giorno dopo pure non me ne può fregare di meno. Ma che minacci e tenti di intimidire la stampa (intesa non solo come giornalisti ma come blogger e citizen) di dossieraggi etc non dovrebbe preoccupare solo me o qualche altro poveraccio che ha cercato di raccontare origini e contraddizioni di questo fenomeno politico (e di marketing).

La cosa incredibile è che si pretenda di avere come M5S la presidenza del Copasir dopo una minaccia del genere . Inoltre, ricordo che Gianroberto Casaleggio (altro fondatore del movimento) era dipendente Olivetti e poi Telecom, e che l’azienda (Webbeg) da cui proveniva  prima di costruire la Casaleggio Associati lo vedeva come amministratore delegato e si occupa fra le tante altre cose anche di “sicurezza” per Telecom o per clienti esterni. E ricordo, anche, che Casaleggio si comporta ormai da un paio di anni come se fosse il segretario politico del M5S. Alla faccia di un conflitto di interessi.

E si vuole dare la presidenza del Copasir a questo tipo di persone (che minacciano dossier per intimidire la stampa)? Sarebbe non un errore, ma una vergogna.

E ora la Fnsi si attivi immediatamente per denunciare le minacce e le intimidazioni all’autorità giudiziaria.

E invito il gruppo Ossigeno per l’informazione (che si occupa di giornalisti e blogger e comunicatori minacciati in Italia) di aprire formalmente un dossier sull’attività intimidatoria che da anni Grillo e suoi attivisti e fan mettono in atto nei confronti di chiunque pubblichi anche la minima informazione scomoda per Grillo o la Casaleggio Associati o l’attività del movimento.

A questo fine invierò a Ossigeno, ed eventualmente anche alle autorità di pubblica sicurezza, tutta la documentazione relativa alle minacce (anche di morte) e intimidazioni che ho ricevuto in numerose occasioni dopo la pubblicazione della mia prima inchiesta su Grillo/Casaleggio nel 2010 su Micromega (numero 5 luglio 2010). Invito colleghi, blogger, cittadini che abbiano subito analogo trattamento a fare altrettanto.

About these ads

7 risposte a “Il Copasir a #M5S? Dopo le minacce di “dossier” sui giornalisti da parte di #Grillo è una follia. E la FNSI ora proceda per vie legali!

  1. Pingback: Il Copasir a #M5S? Dopo le minacce di “dossier” sui giornalisti da parte di #Grillo è una follia. E la FNSI ora proceda per vie legali! | Pietro Orsatti | NUOVA RESISTENZA·

  2. Ma lo sai che ti dico? Che uno come te deve essere lasciato nell’indifferenza generale,qualunque risposta significherebbe darti troppa importanza. Se poi volessi citare la fonte della tua notizia,forse e allora forse, ti renderesti meno ridicolo.

    Alessandro Ferrara

    • citare cosa? le dichiarazioni di Grillo? SONO OVUNQUE IN AUDIO E TESTO! informati… oppure vuoi sapere di Casaleggio? basta che vai a cerca webbeg Casaleggio in qualsiasi motore di ricerca… oppure qui in questo blog dove è ripresa l’inchiesta di Micromega… oppure che vuoi? e comunque hai il tipico atteggiamento da apprendista squadrista (o da pieddiellino d’accatto)… a te la scelta… bye bye

  3. Pietro, a parte il tono scherzoso di Grillo, le frasi ci sono e sono pure doverose. La stampa ci ha fatto credere a noi e tanti stranieri che vengono a cercare lavoro qui che abbiamo un bel paese in cui vivere. Adesso alcuni giochetti non si potranno fare più, siamo stanchi lo capisci??? Le cose devono iniziare a cambiare! Ma vedrai che Grillo tornerà su quella frase perchè anche stavolta avete strumentalizzato tutto…

    • Prima di tutto il tono di Grillo non era affatto “scherzoso” e soprattutto le sue parole non erano affatto “doverose”. Perché quando si minaccia e si cerca di intimidire dei giornalisti o qualsiasi altra persona che faccia informazione si commette un reato e politicamente ci si allinea o con i politici/mafiosi o ancor meglio con gli eversori/fascisti con tentazione di golpe (quello vero tentato nei primi anni ’70) che di dossier – come quelli che annuncia Grillo – guarda caso ne facevano eccome.
      Inoltre, Grillo fa riferimenti a dossier confezionati dai giornalisti inesistenti. Perché non esiste nessun dossier (da utilizzare in modo intimidatorio come invece annuncia lui) nei suoi confronti o nei confronti di altri appartenenti al M5S. Si tratta di articoli basati sul lavoro di inchiesta e di ricerca oppure di interpretazione delle SUE dichiarazioni, dei SUOI comportamenti o su quelli dei suoi eletti o militanti. Le inchieste su Casaleggio Associati e sul suo board clienti e sugli affari del suo autista e della sorella della moglie di Grillo in Costarica non sono certo dossier. Sono inchieste giornalistiche, più che doverose visto che stiamo parlando di un movimento politico con il 25% dei voti e che quindi ha un enorme potere formale nei destini del paese. La funzione etica della stampa libera è quella di fare le pulci al potere politico. Questa è la democrazia, quella vera, non quella del plebiscito populista via webbe. E che Grillo minacci proprio la stampa che fa il suo lavoro di controllo democratico fa ben capire LA LEVATURA DEL PERSONAGGIO.
      QUESTI SONO I FATTI E DA QUI TI INVITEREI A RIFLETTERE
      Poi dici anche una grande panzana, ovvero che la stampa italiana avrebbe mostrato un’immagine “felice” di questo paese all’estero in tutti questi anni di berlusconismo. Questo lo hanno certamente fatto le testate giornalistiche di proprietà o sotto il controllo di Berlusconi, gli altri no! Anzi, gran parte dei giornalisti italiani – molti dei quali sono gli stessi che sta minacciando oggi Grillo – non ha mollato mai il punto in questi anni, ha raccontato, si è esposta, ha subito attacchi e intimidazioni pesantissime, si è vista precarizzare (per ritorsione per il proprio lavoro) la propria posizione lavorativa oppure è stata proprio espulsa dal lavoro. E a riprova di questo è che la stampa estera riprendendo il nostro lavoro qui in Italia non si è certo bevuta il sogno berlusconiano, il paese del tutto va bene.
      Questa è la storia, questa è la realtà e questi sono i fatti. Chi strumentalizza in questo scenario?
      Riaccendere il cervello sarebbe utile, e l’ignoranza dei fatti non è un’attenuante.

  4. dopo tutte le balle che i giornali hanno pubblicato sul movimento e grillo(vedi resort di lusso ma l’elenco è lunghissimo)) adesso si attaccano su una battuta di grillo per non far dare ai 5stelle ciò che gli spetta di diritto, giornalisti di partito e patetici!!! parlate di MPS e di S.B. partendo dalle vicende di banca Rasini, date un’informazione corretta e non corrotta

    • grazie della lezione su “corretta” e “corrotta”… scusa se ho approvato il tuo commento in ritardo, ma era finito nelle spam e non me ne ero accorto.
      Grazie anche del “patetico” e di avermi dato del “corrotto”… molto gentile…
      Cmq continuate così, con questo linguaggio paramafioso e intimidatorio e buona vita ;)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...